.
Annunci online

tommasomerlo
Art is Fun

25 dicembre 2017
POLITICA
Crisi economica e tradimento della sinistra

L’Italia sta sopravvivendo alla crisi grazie ai sacrifici immani degli italiani. L’economia è ormai un fatto globale, l’Italia è un vagone in coda al treno europeo e quando riparte quel treno, ripartiamo anche noi. L’Europa - il continente - è la massa minima per tentare di gestire dinamiche economiche e finanziarie planetarie, è la massa minima per opporsi all’ingordigia delle multinazionali. Questa è la lezione della crisi. Berlusconi ci stava facendo fallire per colpa della sua credibilità zero nel casinò finanziario globale, Monti e Letta hanno tentato di arginare l’emorragia dei conti pubblici ma lo hanno fatto sulla pelle degli italiani senza toccare i privilegi dei politici e le storture vere del sistema. Strategia confermata da questa legislatura che si congeda senza toccare stipendi e pensioni d’oro, vitalizi e neppure depravazioni strutturali come il conflitto d’interessi o una giustizia ingiusta. La barca stava affondando ma a pagare sono stati solo i cittadini con milioni di anziani alla canna del gas, salari da fame e giovani disoccupati. Quando è arrivato Renzi il tradimento si è aggravato. Nel momento più difficile, nella crisi più dura del secolo, la sinistra italiana guidata da Renzi si è schierata coi grandi capitali e ha svenduto i diritti dei lavoratori trasformandoli in materie prime, come il ferro, come il petrolio, che si comprano a minor prezzo, si usano a chili e ore e poi si gettano. Il Job Act ha ridotto il lavoro a schiavitù, ha lasciato milioni di lavoratori nudi davanti alle follie di capitalisti senza scrupoli. Basta pensare ai casi di Amazon o Ryanair e alla deriva del precariato sottopagato ovunque. La sinistra renziana, nel momento più drammatico per gli italiani, ha deciso di svenderli, di aprire le porte allo sfruttamento dell’uomo sull’uomo in base alla folle idea di rendere il nostro sistema più competitivo. Come se la gara fosse con le fabbriche della Cina o del Bangladesh ma anche coi magazzini Amazon statunitensi dove i sindacati non hanno nemmeno il permesso di entrare. Renzi ha deciso di assecondare l’ingordigia di multinazionali basate sulla triade: evasione fiscale, sfruttamento del lavoro e abbattimento dei costi per divorare quote di mercato e incassare a Wall Street. Invece di schierarsi a fianco dei cittadini in attesa che l’economia rigirasse e nel frattempo lavorare per il miglioramento del sistema Italia (corruzione, burocrazia, trasparenza, legalità, efficienza, distribuzione reddito, nuovi settori, ecc), Renzi ha brindato con Jeff Bezos ed è corso a rendersi ridicolo col suo inglese sordiano nella Silicon Valley. È nei momenti di crisi che si scorgono i veri leader e la vera essenza dei movimenti politici. Renzi, il Pd e la sinistra italiana tutta hanno tradito gli italiani nel momento di maggiore difficoltà e la pagheranno cara nelle urne.

Tommaso Merlo




permalink | inviato da Merlo il 25/12/2017 alle 10:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte