.
Annunci online

tommasomerlo
Art is Fun

13 giugno 2018
POLITICA
Ladri di sogni

La solita banda di ladri stava rubando sugli appalti per il nuovo stadio della Roma. Ladri di soldi ma anche di sogni. Dei tifosi, di una città. Criminali in giacca e cravatta che come tafani continuano a ronzare attorno allo sterco del malaffare nonostante tutto e tutti. Luridi tafani dal tempismo però lodevole e in buona compagnia. Lo scandalo dello stadio giallorosso scoppia mentre le malconce truppe forzapiddine erano intente ad assaltare il governo gialloverde senza neanche lasciargli il tempo di portare gli scatoloni in ufficio. Tempismo che ci riporta alla dura realtà di questo paese. All’altro ieri, a prima del 4 marzo, ad una realtà fatta di corruzione, di intrecci perversi tra soldi e potere, di omertà criminale altolocata, di bieche ambizioni personali che devastano quelle della collettività, di classi dirigenti senza scrupoli e cuore. L’inedito governo gialloverde nasce proprio da quelle macerie morali, nasce dopo decenni di scandali che hanno martoriato la credibilità della vecchia politica e nasce dalla volontà dei cittadini di girare pagina. La Raggi in Campidoglio dopo anni di mafia capitale. Conte a Palazzo Chigi dopo anni di governo Pd e Forza Italia. Gli italiani hanno scelto il cambiamento nonostante i forzapiddini abbiano sempre negato ogni responsabilità e starnazzato ai quattro venti che non è vero che loro sono disonesti e gli altri onesti, ma in realtà sono tutti ladri uguali, tutti ladri come loro. Bella soddisfazione. Ottima strategia. Come in queste ore in cui i giornali forzapiddini esultano perché oltre ai tafani arrestati che appartengono a Pd e Forza Italia ci sarebbe qualche indagato del Movimento 5 Stelle. Evviva, vittoria! A dimostrazione – secondo loro – “del siamo tutti ladri uguali” che dovrebbe ridargli credito politico. Poveretti, nella riserva forzapiddina di onestà non è rimasta nemmeno quella intellettuale. Non hanno ancora capito la lezione. I cittadini sono molto meno stupidi di quello che pensano loro. Sanno benissimo che le mele marce sono spiacevoli quanto inevitabili, quello che conta è buttarle nel cestino della spazzatura quando si beccano. Conta la reazione – tempestiva e decisa – che un movimento politico deve assumere verso chi sbaglia. Pd e Forza Italia hanno sempre sottovalutato la corruzione al punto da riempirsi di mele marce, talmente tante che se le gettavano via gli si svuotava il partito. E così hanno cominciato a negare il problema fino a che nel cestino della spazzatura ci sono finiti loro, il 4 marzo. Una sconfitta che politicamente è ancora più pesante e significativa di quello che esprimono i numeri. Eppure i forzapiddini se ne sono fregati. Invece di ammettere la sconfitta e prendersi il tempo necessario per capire i loro errori ed eventualmente ripartire, hanno iniziato a sabotare la nuova fase politica gialloverde evidentemente scommettendo sul suo prematuro fallimento e quindi su una loro imminente vendetta contro quegli stolti e quei maledetti che non li hanno più votati. Una reazione rabbiosa compiuta con l’unica arma che gli rimane, la stampa al seguito. Residuo bellico del sistema precedente che snasando la malparata tenta un disperato colpo di coda per sopravvivere allo tsunami del cambiamento che l’ha lasciata sola e nuda in un tetro cimitero politico. Residui forzapiddini che boicottano il neo governo gialloverde con ogni mezzo, ad ogni passo, alla faccia della volontà popolare, alla faccia della democrazia dell’alternanza, alla faccia di chi si ostina a credere nell’onestà e che una politica migliore sia possibile. Alla faccia di tutto e di tutti come se oltre ai tafani dello stadio giallorosso, tra i ladri di sogni ci fossero anche loro. I sogni di un cambiamento.

Tommaso Merlo

www.tommasomerlo.com




permalink | inviato da Merlo il 13/6/2018 alle 19:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 186398 volte