.
Annunci online

tommasomerlo
Art is Fun

12 luglio 2018
POLITICA
Bye bye vitalizi

I vitalizi erano un furto a danno dei cittadini che invece di venir commesso di nascosto come in genere fanno i ladri, veniva commesso alla luce del sole, ogni mese, da decenni. Un furto che gli stessi onorevoli-ladri avevano trasformato in un diritto, legalizzandolo. Genialate che solo criminali professionisti possono escogitare. Invece cioè di riempire valigette di contanti e dover uscire furtivi dal retro di Montecitorio col rischio di essere derubati per strada da qualche collega, gli onorevoli hanno escogitato un modo per evitare tale sbattimento e ricevere comodamente i soldi sul proprio conto corrente a fine mese. Già e pure a vita. E cioè non solo per il periodo in cui l’onorevole deretano poggiava sui prestigiosi scranni parlamentari, macché, per sempre, fino all’ultimo giorno che il Padreterno gli concedeva sulla Terra. Un furto “vita natural durante” e non certo di qualche spicciolo. Migliaia di euro al mese, una montagna di soldi rispetto alle misere paghe dei cittadini e che gli onorevoli iniziavano a rubare non appena varcata la porta del Parlamento, anche solo per cinque minuti, anche senza aver mai mosso un dito. Una porcheria davvero insopportabile che si sommava agli stipendi tra i più alti al mondo pagati a dei deputati e ad una serie infinita di piccoli e grandi privilegi e sconti e corsie preferenziali e trattamenti di favore che hanno sempre fatto dei parlamentari italiani una classe ricca di privilegiati anche se di natura ovviamente parassitaria perché ingrassata a sbafo sulle spalle dei poveri cristi. Ci è voluto il Movimento 5 Stelle per porre fine a tali schifezze indegne di un paese civile e ancora oggi partiti moribondi come Forza Italia hanno il fegato di lagnarsi. Fanno davvero pena e ci ricordano cosa sia stata la politica in Italia prima dell’avvento del Movimento 5 Stelle. Guardandosi alle spalle, infatti, fa davvero impressione pensare a quelle migliaia di politici che si sono intascati generosi vitalizi senza fiatare per decenni, ivi compreso quei partiti di sinistra che dicevano di voler difendere gli ultimi e i più bisognosi salvo poi fottergli i soldi ogni mese e comprarsi ville e yatch alla faccia loro. E fa davvero impressione pensare che le stesse generazioni di onorevoli-ladri che si sono intascati i vitalizi sono le stesse che hanno rovinato l’Italia con livelli di corruzione spaventosi rispetto agli standard occidentali. Soldi extra, rubati in modo più tradizionale. Classi dirigenti ingorde che non hanno certo spiccato per capacità e risultati raggiunti, la qualità della politica è sempre stata uno dei problemi principali degli italiani, eppure gli onorevoli si sono sempre ricoperti di più soldi come se li meritassero. E fa impressione pensare come la vecchia politica non sia riuscita a smetterla di rubare coi vitalizi nemmeno durante la crisi economica peggiore dal dopoguerra in cui gli italiani sono finiti in miseria. Fa impressione e se fosse diversamente il Movimento 5 Stelle non esiterebbe neanche e oggi non sarebbe fuori da Montecitorio a festeggiare una vittoria storica. Una vittoria sia simbolica che di sostanza. Un impegno mantenuto, un bel giorno per la nostra democrazia e che dimostra come il cambiamento per mano dei cittadini non solo sia possibile ma sia finalmente iniziato. Bye bye.

Tommaso Merlo

www.tommasomerlo.com




permalink | inviato da Merlo il 12/7/2018 alle 18:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 186429 volte