.
Annunci online

tommasomerlo
Art is Fun

5 agosto 2018
POLITICA
TAV e Air Force Salvini

Invece di andare a Cervia a masturbarsi l’ego davanti a folle esultanti, Salvini dovrebbe andare in Val di Susa e a Melendugno e parlare coi cittadini che da anni lottano contro la TAV e la TAP ed ascoltare umilmente le loro ragioni. Quando governi, i cittadini che non sono d’accordo con te sono molto più utili di quelli che ti osannano per ogni scemenza che spari. Ne sa qualcosa Renzi. Per lui fioccavano standing ovation i primi tempi, come fosse il salvatore della patria e il paese intero pendesse dalle sue labbra. Nel giro di un paio d’anni si è ritrovato ad occuparsi della camera da letto con doccia di un mega aereo come un Saddam Hussein qualunque mentre fuori dall’hangar il paese sprofondava nella crisi e covava odio e disprezzo nei suoi confronti. Il potere dà alla testa, è come una droga, ti distacca dalla realtà, ti convince che quella gente adulante che ti applaude sia sincera e rappresenti l’intera società. Ti illude che quella gente estasiata lo sia per te - uomo e leader politico - e non per le tue idee politiche che in quel momento fanno comodo. Il potere ti illude che la fama e il consenso dureranno per sempre. Balle. Soprattutto oggi che il voto è volatile. E soprattutto per partiti vecchia maniera come la Lega dove tutto gira attorno ad un boss e ai suoi tweet. Se piace lui, il partito decolla. Se finisce in disgrazia lui, crolla tutto insieme a lui. Come per il Pd di Renzi e come per tutti i boss di cui è lastricata la storia politica italiana che hanno finito per piantare solo uno sterile casino e poi sono scomparsi come tormentoni estivi trascinandosi dietro i loro servi. Se Salvini non vuole fare la stessa fine, dovrebbe cominciare a chiudere la bocca ed aprire piuttosto le orecchie per capire come ricoprire il territorio di cemento o perforare le montagne o riempire il mare di tubi, non sia sinonimo di “andare avanti” mentre i cittadini che si oppongono “vogliono andare indietro”. Queste sono le fatali scemenze renziane. Rozze ed elitarie speculazioni. Se Salvini si mettesse gli scarponi e andasse sul posto magari capirebbe pure lui come il progresso e la modernità di un paese non si misurano con la quantità di ferro e cemento con cui lo ricopri e nemmeno coi soldi che spendi per costruire. L’Italia è già zeppa di ecomostri e opere inutili e incompiute. Anni di devastazioni ambientali e paesaggistiche che hanno dimostrato come costruendo a vanvera non si crea nessuno sviluppo, anzi, si compromette lo sviluppo generando bruttezza e devastazione che minano le potenzialità dei territori e delle loro comunità. Costruendo a vanvera sono solo le società edili a guadagnarci e con loro la politica corrotta che gli gravita attorno. I soliti quattro gatti mentre a pagarne il conto – quando si spengono i riflettori e i potenti tornano a casa con i portafogli pieni - è chi ci vive in quei territori. Renzi non ci arrivava, preferiva andare a cena coi costruttori e coi petrolieri e coi finanziari piuttosto che sporcarsi i mocassini di cuoio in Val di Susa o a Melendugno. Vedremo se grazie al Movimento 5 Stelle, Salvini riuscirà a fermarsi in tempo e a comprendere come l’unico criterio per scegliere le opere pubbliche sia la loro reale utilità pubblica e la loro intelligenza nell’integrare appurati benefici generali con quelli dei territori e delle comunità che subiscono le opere. Questo è “andare avanti”, è smetterla di calare dall’alto gli interessi di qualche lobby fiancheggiata dall’ego di qualche politicante, è smetterla di calare dall’alto cemento e ferro come fossero sinonimo di progresso. “Andare avanti” é permettere alle comunità di partecipare alla pianificazione e allo sviluppo del proprio territorio. Salvini deve stare attento. La droga del potere e della fama crea una forte dipendenza e piuttosto che disintossicarsi tutti i boss alla Renzi che l’hanno preceduto sono finiti dritti nella tomba politica. Su una cosa però può stare tranquillo, il Movimento 5 Stelle non gli permetterà di arrivare all’Air Force Salvini.

Tommaso Merlo

www.tommasomerlo.com




permalink | inviato da Merlo il 5/8/2018 alle 14:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 188642 volte